Pic­co­li con­si­gli su come pro­gram­ma­re le rota­zio­ni col­tu­ra­li nel vostro orto.

 

La rota­zio­ne col­tu­ra­le nel­l’or­to è una tec­ni­ca che nel pas­sa­to era mol­to dif­fu­sa, ma che col tem­po è anda­ta per per­der­si.

Que­sto siste­ma per­met­te di otte­ne­re rac­col­ti più abbon­dan­ti, limi­tan­do l’u­ti­liz­zo di pro­dot­ti chi­mi­ci, sal­va­guar­dan­do la fer­ti­li­tà del suo­lo.

Il miglior meto­do per attua­re que­sta tec­ni­ca è ini­zia­re con una col­tu­ra che arric­chi­sce il ter­re­no, come una legu­mi­no­sa, per poi pas­sa­re ad una con esi­gen­ze ele­va­te, segui­ta poi da una ad esi­gen­ze medie per poi fini­re con una a bas­sa esi­gen­za. Fini­to que­sto ciclo si rii­ni­zia dal pri­mo anno.

Ma come si fa a sape­re in qua­le grup­po si pos­so­no col­lo­ca­re i nostri ortag­gi? Con que­sta lista sarà faci­le capi­re che ordi­ne segui­re per ave­re una cor­ret­ta rota­zio­ne col­tu­ra­le!

PRIMO ANNO: Fagio­lo, fagio­li­no, cece, pisel­lo, fava, tac­co­le.

SECONDO ANNO: Pepe­ro­ne, melan­za­na, pomo­do­ro, cetrio­lo, melo­ne, angu­ria, zuc­ca, zuc­chi­na, pata­ta, cavo­li in gene­ra­le, finoc­chio, cico­ria, spi­na­cio, ruco­la, insa­la­ta, vale­ria­na.

TERZO ANNO: Aglio, caro­ta, por­ro, rava­nel­lo, rapa, seda­no rapa, cipol­la, bie­te in gene­ra­le.

QUARTO ANNO: Pian­te con bas­sa richie­sta nutri­zio­na­le, come pata­ta ame­ri­ca­na, caro­ta, spi­na­cio e le erbe aro­ma­ti­che.

Da sape­re c’è anche il fat­to che per alcu­ne col­tu­re è scon­si­glia­ta la col­ti­va­zio­ne per più vol­te nel­lo stes­so ter­re­no, come per esem­pio pepe­ro­ne, pomo­do­ro, pata­ta, melo­ne, legu­mi­no­se e cavo­li in gene­re.