Ecco a voi una semplice guida riguardante le principali carenze nutrizionali che possiamo riscontrare nei nostri fiori o nel nostro orto di casa.

Le carenze nutrizionali si possono manifestare in molteplici modi, e spesso vengono scambiate per malattie di origine funginea o virale. Premettendo che questo problema è facilmente evitabile usando concimi ricchi di microelementi, si possono comunque curare apportando concimazioni “d’emergenza” e velocemente assimilabili dalla coltura.

In questo breve articolo cercheremo di spiegare i sintomi principali di queste carenze:

Carenza di calcio

Quando le vostre piante soffrono di questa carenza le nuove foglie tendono ad accartocciarsi e a diventare più pallide.

Nel pomodoro, come anche in altre colture, si può manifestare anche con macchie marroni all’apice del frutto (vedi articolo sulla carenza di calcio nel pomodoro: http://laltramisticanza.it/il-pomodoro-e-la-carenza-di-calcio/ )

Carenza di magnesio

La carenza di magnesio è quella che si nota maggiormente soprattutto nelle foglie già sviluppate. Possiamo notare una colorazione piu pallida in tutta la foglia comprese le nervature.

Carenza di ferro

La più comune in assoluto è sicuramente la carenza di ferro; questa tende a manifestarsi nelle foglie giovani, che possono apparire ingiallite nella lamina fogliare o possono diventare bianche, spesso esaltanto la nervatura.

Carenza di potassio

Potreste notare che nelle foglie iniziano a comparire delle macchioline di colore giallo o più chiaro rispetto alle altre foglie, questo è dato dalla carenza di potassio, le foglie diventano molto delicate e possono staccarsi facilmente.

Carenza di azoto

Nella carenza di azoto possiamo notare che le foglie più vecchie tendono ad ingiallirsi nelle punte e sviluppano un colore più pallido.

La carenza di azoto inoltre pregiudica anche la crescita di tutta la pianta, rendendola più lenta e stentata.

Carenza di zolfo

Questa si può confondere con la precedente dato che in ambedue i casi le foglie tendono ad ingiallirsi e a scolorirsi;

anche in questo caso inoltre, la crescita della pianta può apparire rallentata.

Carenza di fosforo

La carenza di fosforo si manifesta con la tendenza della foglia a diventare più scura del dovuto, e le nuove foglie tendono ad ingiallirsi e a cadere prematuramente.

COME RISOLVERE LE CARENZE DELLE PIANTE

Come già anticipato, più il terreno è ricco di sostanze nutritive, minore è la possibilità di incontrare le carenze.

Il nostro consiglio è di aggiungere nelle vostre piante in vaso del terriccio fresco e di utilizzare concimi ricchi di microelementi.

In caso in cui la carenza si manifesti sulla nostra coltura, si presenta la necessità di apportare nutrienti velocemente assimilabili; in questo caso uno dei metodi più efficaci si è dimostrato essere la concimazione fogliare.