L’unico modo per pro­dur­re buo­nis­si­mi fun­ghi a casa vostra!

Col­ti­va­re fun­ghi in casa sta diven­tan­do una pas­sio­ne sem­pre più comu­ne.

A dif­fe­ren­za di quel che mol­ti pen­sa­no, la col­ti­va­zio­ne di mice­lio incu­ba­to in bal­le, è una pra­ti­ca mol­to sem­pli­ce e mol­to red­di­ti­zia.

Gli accor­gi­men­ti da tene­re sono pochi ma impor­tan­ti: tem­pe­ra­tu­ra, espo­si­zio­ne ed umi­di­tà fra tut­ti.

La tem­pe­ra­tu­ra deve esse­re il più costan­te pos­si­bi­le e deve esse­re mite, pos­si­bil­men­te com­pre­sa tra i 15 e i 22 °C, biso­gna evi­ta­re il sole diret­to, che potreb­be scot­ta­re il mice­lio; per quan­to riguar­da l’umidità basta nebu­liz­za­re dell’acqua una o due vol­te al gior­no.

Seguen­do que­ste poche e sem­pli­ci rego­le, dopo 10/15 gior­ni dall’acquisto del sub­stra­to, ini­zie­re­te a veder spun­ta­re i pri­mi fun­ghi.

Pres­so il nostro pun­to ven­di­ta potre­te tro­va­re incu­ba­ti di Ple­ro­tus ostrea­tus (sbri­sa), Piop­pi­ni, Shii take (Por­ci­no giap­po­ne­se), Gial­let­to, Cham­pi­gnon e Car­don­cel­lo.

 

SBRISA

 

PIOPPARELLO o PIOPPINO

 

GIALLETTO

 

SHII TAKE o PORCINO GIAPPONESE

 

CHAMPIGNON

CARDONCELLO